Le nuove sfide dell’industria automobilistica

Questo il focus del convegno dell’11 luglio organizzato da Federmeccanica e Anfia

Imagoeconomica 1775731 scaled
“La filiera italiana dell’Automotive tra transizione ecologica e competitività” è il titolo del convegno che Federmeccanica e Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica), hanno organizzato presso la Fondazione Cuoa ad Altavilla Vicentina per  giovedì 11 luglio. L’evento è patrocinato da Confindustria Veneto. Il convegno, che avrà inizio alle 10.30, sarà l’occasione per discutere delle recenti evoluzioni nel settore Automotive, con particolare attenzione alle tecnologie emergenti, alla sostenibilità ambientale e alle strategie per affrontare le sfide future e i principali competitor, partendo da due importanti studi fatti dalle due associazioni.
Ad aprire i lavori sarà Luca Zaia, presidente della Regione Veneto; al suo intervento seguirà quello di Enrico Carraro (nella foto), presidente di Confindustria Veneto. Saranno poi presentati due studi: il primo – “Piano per la competitività del settore automotive italiano” – da Fabrizio Mercurio, Director Automotive and Industrial Goods Team di AlixPartners, che ha curato il documento insieme con Anfia; il secondo – “L’automotive verso la sostenibilità ambientale” – sarà invece illustrato da Corrado La Forgia, vice presidente Federmeccanica-General Manager VHIT-WEIF e da Luca Beltrametti dell’Università di Genova. Alle ore 11 prenderà avvio la tavola rotonda che vedrà come protagonisti Roberto Vavassori, presidente Anfia-Chief Public Affairs Officer & Board Member Brembo, Federico Visentin, presidente Federmeccanica nonché presidente & CEO Mevis, Marco Stella in qualità di presidente Gruppo Componenti Anfia-CEO DTS Group.
I lavori del convegno – moderati da Filomena Greco, giornalista de Il Sole 24 Ore – si concluderanno alle 12.30; per accreditarsi è possibile inviare una mail all’indirizzo ilaria.bellandi@community.it